sabato 1 ottobre 2011

DETENZIONE - USO PERSONALE - SPACCIO


Molti giovani pensano che basta non essere in possesso della sostanza o esserne in possesso entro i limiti consentiti che si è immuni da qualsiasi sanzione. ERRATO!
La Legge italiana (DPR 309/90) considera illegale ma non punibile penalmente l’uso personale di sostanze stupefacenti, considera invece illeciti penali la detenzione, l’acquisto, la vendita, la coltivazione, ecc. a fini di spaccio. 
  • CONSUMO SENZA DETENZIONE
    Se si viene trovati in compagnia di persone che stanno spacciano o consumando sostanze tossiche illegali, anche se non vengono rinvenute le sostanze incriminanti, viene redatto un verbale con i dati anagrafici di tutte le persone presenti. Il verbale viene inviato alla questura la quale ha la facoltà di notificarlo al Ser.T. (Servizi Tossicodipendenze) dove verranno convocati i nominativi per un colloquio con l’assistente sociale. I minorenni dovranno presentarsi accompagnati dai genitori.
  • DETENZIONE O ACQUISTO PER USO PERSONALE
    Se un giovane viene trovato in possesso di una dose minima consentita (per la cannabis sono circa 4 grammi anche se in realtà viene considerato il principio attivo ovvero il grado di qualità-tossicità e non il peso complessivo) oppure viene trovato mentre acquista una dose minima consentita, subisce delle sanzioni amministrative che comunque possono variare a seconda di diversi fattori che verranno determinati dalla prefettura.
    Se il giovane è minorenne vengono convocati o comunque informati subito i genitori del fatto.
    La sanzione amministrativa prevede la sospensione dei seguenti documenti:
    · patente di guida 
    · porto d’armi 
    · passaporto o altri documenti validi per l’espatrio
    · permesso di soggiorno turistico per gli stranieri 
    o il divieto di conseguire questi documenti per un periodo variabile da 1 a 4 mesi.
    Il Ser.T. convocherà la persona per un colloquio con l’assistente sociale. Se la persona è minorenne, deve presentarsi al colloquio insieme ai genitori, verranno informati sugli effetti delle sostanze stupefacenti e sui Servizi pubblici e privati dove ottenere consulenze.
    Da non sottovalutare che resterà una segnalazione per possesso di sostanze stupefacenti. Questo significa che il segnalato non potrà più partecipare o accedere a concorsi per posti pubblici statali.
  • SPACCIO
    Lo spaccio è un illecito penalmente perseguibile. Le pene e sanzioni variano a seconda delle circostanze. Per spaccio si intende il passaggio o scambio di una sostanza tossica illegale da una persona ad un’altra. NON ESISTE ALCUN MINIMO CONSENTITO e NON È INDISPENSABILE IL PAGAMENTO IN DENARO PER ESSERE CONSIDERATO SPACCIO.
    Ipotizziamo che due giovani, avendo acquistato 2 grammi di hashish decidono di dividerlo al 50%, mente il giovane A passa al giovane B il suo grammo, i due vengo avvistati da una pattuglia della polizia. Il giovane A viene arrestato per spaccio, il giovane B subisce sanzioni amministrative per detenzione e acquisto.
    Nella medesima situazione il giovane A viene fermato e trovato in possesso di 2 grammi, rientra nella dose consentita per uso personale e non viene considerato spaccio. 

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento